Go to the top

Eventi e convegni 2015

Convegni ed eventi /
9 e 10 novembre Premiazione FutureCamp Europe – ICT & Robotica Il 9 e 10 novembre, nell’ambito del palinsesto degli eventi di Expo Women Global Forum (EWGF – www.ewgf.eu, ideato e coordinato da Gianna Martinengo) si svolgerà la premiazione di “FutureCamp Europe: ICT e Robotica”, in collaborazione con Lenovo Education, Lego Education e CampuStore.
05-nov The Digital Single Market: a revolution en rose? Gianna Martinengo parteciperà al convegno “The Digital Single Market: a revolution en rose?” che si terrà il 5 novembre 2015 presso il Centro Congressi Stelline, in Corso Magenta 61, Milano. L’intervento di Gianna Martinengo, “Smart people for Smart cities”, sarà inserito nel 1° panel (dalle 10.00 alle 11.15) intitolato “The long way to a Digital Single Market”. Ulteriori dettagli qui.
23-ott Cucina la salute con gusto a HOST Cuochi in prima fila: formazione, show cooking e premi alla carriera. Appuntamento ad HOST – FieraMilano dal 23 al 27 Ottobre.
L’autunno di APCI parte con alcuni importanti appuntamenti dedicati ai propri associati e al pubblico degli addetti ai lavori.
Un autunno ricco di eventi per il mondo dei cuochi, in particolare per gli associati dell’APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani, protagonisti di alcuni momenti importanti per la loro carriera.
Dal 23 al 27 ottobre a Milano, nel corso di Host, la più importante manifestazione dedicata al settore della ristorazione e dell’hotellerie, l’associazione sarà presente con un proprio spazio in cui svilupperà i temi oggi più “caldi” per il mondo della ristorazione.
Cinque i temi portanti che verranno sviluppati da APCI:
Venerdi 23 ottobre  – La cucina per Hotel e Banchettistica
Sabato 24 ottobre  – La cucina per il  Catering
Domenica 25 ottobre  – La Pasticceria per la Ristorazione
Lunedi 26 ottobre – La cucina: per che Ristorante?
Martedi 27 ottobre – La Cucina e la Pasticceria per la colazione
I temi verranno sviluppati attraverso momenti di show-cooking, tasting, interviste e veri e propri incontri di formazione, grazie alla presenza delle delegazioni regionali dell’associazione e ai partner, Italian Gourmet, apropositodime.com e Congusto Gourmet Institute. Molti i personaggi che si avvicenderanno nello Spazio APCI: cuochi, pasticceri, imprenditori e professionisti del settore.
Filo conduttore il tema dell’accoglienza: che tanta parte ha nella nostra economia e ancor più spazio dovrebbe avere. La capacità di generare una reputation positiva online ad esempio sarà vincente. Lo è già oggi. Ma, a differenza di ciò che si può pensare, il futuro non sarà (o non solo) in mano a freddi tecnocrati ipertecnologizzati. Crescerà anche la necessità di poter contare su un mix di competenze “innate” e trasversali. Ne parlerà Gianna Martinengo, Presidente dall’Associazione Donne e Tecnologie che, in partnership con APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani, proporrà a Host2015 una serie di incontri su queste nuove skill. “Le competenze trasversali riguardano un comportamento flessibile e positivo –spiega Martinengo –. Sono chiamate anche life skills perché riguardano la capacità di gestire la vita in generale: prendere decisioni, risolvere i problemi, implicano pensiero creativo, pensiero critico, comunicazione efficace, relazioni interpersonali, mediazione”.
15-ott FutureCamp Europe Biotech Giovedì 15 ottobre, nell’ambito del palinsesto degli eventi di Expo Women Global Forum (EWGF – www.ewgf.eu) si è svolto il VI appuntamento annuale di “FutureCamp Europe: job projects for young people”: un incontro interattivo, ideato e organizzato dall’Associazione Donne e Tecnologie, rivolto a giovani, docenti e genitori interessati a scoprire e capire come addentrarsi e orientarsi nei settori professionali emergenti in Europa nel prossimo futuro, organizzato in collaborazione con l’Acquario Civico di Milano, sede dell’iniziativa, l’Ufficio di Comunicazione del Parlamento Europeo a Milano, Lenovo Education, Lego Education e CampuStore.
“FutureCamp Europe: Biotech” si è tenuto all’interno della terza edizione della European Biotech Week: un’intera settimana (dal 12 al 18 ottobre) dedicata al settore delle biotecnologie e promossa da EuropaBio (Associazione europea delle biotecnologie). Assobiotec è il partner italiano della manifestazione e il promotore di numerose iniziative su tutto il territorio nazionale, volte a promuovere il ruolo delle biotecnologie nel miglioramento della qualità della vita.
Durante l’edizione 2015 il “FutureCamp Europe” si sono analizzati in particolare i temi legati alle Biotecnologie applicate al settore dell’Agrofood, attraverso le esperienze e le competenze di giovani imprenditori, docenti e ricercatori che sono riusciti a fare della propria passione un mestiere..
Le biotecnologie sono una delle grandi rivoluzioni dei nostri tempi. Sono un insieme di tecnologie trasversali che attraversano tutti i settori della nostra vita e che hanno un impatto sulla salute, alimentazione, ambiente  e candidate a modificare i nostri stili di vita. Le testimonianze hanno spaziato dal tema dell’obesità, che oggi colpisce oltre il 30% delle popolazioni industrializzate, a una nuova alimentazione comprendente proteine provenienti dalla bioconversione  di rifiuti organici, di cui gli insetti sono un ottima sorgente, dalla rimozione di sostanze tossiche dal suolo e dalle acque mediante l’uso di batteri a nuove tecnologie di analisi a basso costo.
Dall’incontro e confronto diretto con queste realtà, i 130 ragazzi e ragazze della scuola I.C.S. Cardarelli e Associazione Famiglia e Scuola Faes hanno ricevuto informazioni pratiche e ricavare stimoli per la definizione e costruzione di un percorso di studi in sintonia con le proprie inclinazioni e le richieste del mercato del lavoro
“Due sono le componenti essenziali del futuro dell’Europa e del nostro Paese: uguaglianza e giovani –sostiene Gianna Martinengo, imprenditrice e ideatrice di FutureCamp Europe– noi vogliamo coniugarle in modo da contribuire a traghettare l’attuale contesto educativo verso una nuova interpretazione della formazione, orientata non tanto alle competenze e alle capacità tradizionali ma piuttosto a quelle del futuro. Offrire una panoramica dei mestieri emergenti ai soggetti “deboli” del mercato del lavoro, ovvero giovani e donne, significa presentare, attraverso momenti di orientamento, di confronto e di dialogo come questo, le professioni che oggi offrono le maggiori opportunità di sviluppo e far comprendere efficacemente in quale prospettiva ci si debba porre rispetto alle scelte che riguardano il proprio percorso formativo e professionale”.
Hanno portato la propria testimonianza: Nicoletta Ancona, Maria Luisa Nolli, Veronica Cremonesi, Elena Giordano, Daniela Jabes, Lucia Cavalca, Costanza Jucker, Fabio Giavazzi, Guido Terni, Nadia Benedetti, Pietro Alberti.
Erano presenti: Bruno Marasà, Leonardo Vingiani, Fiorenza Seghetti, Aldo Domina, Raffaella Fiz e Gianna Martinengo.
I partecipanti hanno ricevuto alcuni doni messi a disposizione dall’Ufficio d’Informazione del Parlamento Europeo a Milano e da Lenovo, una merenda offerta da Kellogg’s, i volumi “Io ricordo” e “Missione Terra: dal campo alla tavola” pubblicati da Federchimica e il glossario “Biotechstart” redatto da Associazione Donne e Tecnologie.
Lenovo (società leader mondiale nei PC e ai primi posti anche nei mercati smartphone e tablet) e Lego Education hanno messo a disposizione rispettivamente 25 Lenovo Thinkpad Helix e 4 LEGO® MINDSTORMS® EducationEV3. I premi saranno assegnati e consegnati in un successivo evento, dedicato ed allargato a tutti gli alunni delle due scuole partecipanti alle classi che si distingueranno per l’originalità e la creatività  nell’elaborazione di disegni, testi, percorsi didattici, domande o interviste video. Contenuti sull’incontro saranno condivisi su Expo Women Global Forum e sui principali social network .
07-ott The future is STEAM also (and notably!) for women Dagli Stati Uniti all’Europa i dati parlano chiaro: il futuro formativo e professionale delle società globalizzate, sempre più competitive e tecnologiche, si giocherà nei settori STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics). Sempre i dati, ci dicono anche, però, che il numero di donne che si avvia a questo tipo di formazione e di competenze continua ad essere sorprendentemente basso. Con importanti ripercussioni economiche, non ultime quelle derivanti dai ritardi accumulati nella chiusura del gap salariale.
Nel quadro di “Expo Milano 2015 – Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il progetto Expo Women Global Forum (EWGF), promosso da Associazione Donne e Tecnologie e ideato da Gianna Martinengo, porta all’attenzione del pubblico il contributo fondamentale delle donne in tutte le aree di produzione, così come la capacità innata di sesso femminile di agire rispettando criteri di sviluppo sostenibile e prestare attenzione ai bisogni delle generazioni future. BPW Club Ticino, insieme con SVIN (Associazione Svizzera di Ingegnere donne) e CFA (Chartered Financial Analyst) Society Italia, credono che, per vincere le sfide del futuro, sempre più donne dovranno essere coinvolte nelle professioni STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics), senza dimenticare il contributo delle arti (Arts), tale da rendere STEAM l’ acronimo globalmente ritenuto più all’avanguardia. Perché un numero ancora sorprendentemente basso di donne sceglie una carriera nei settore tecnico-scientifici, coralmente riconosciuti come tra i più promettenti? Affrontare questo tema da diverse prospettive è l’obiettivo della tavola rotonda “Il futuro è STEAM anche (e soprattutto!) per le donne”.
23-lug Festa d’estate da Leonardo: una cena per il dono Festa d’estate da Leonardo: una cena per il dono
Giovedì 23 luglio 2015 alle ore 20.00 al Chiostro della Magnolia a Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61, Milano
Un momento di convivialità, musica, cultura, allegria, leggerezza e gioia di donare per sostenere il Fondo EWGF. Una serata d’estate insieme, in cui portare amici, mariti, figli e visitare la mostra multimediale “Inside the Last Supper”, un percorso emozionante dentro il capolavoro di Leonardo.
Il Fondo Expo Women Global Forum nasce all’interno della Fondazione Italia per il Dono Onlus con l’obiettivo di essere strumento per la redistribuzione della ricchezza attraverso lo sviluppo e il sostegno di iniziative di utilità sociale rivolte al futuro e ai giovani, con l’intento di promuovere attivamente la cultura del dono.
Il Comitato di EWGF è composto da Alessandra Appiano, Lorella Bigatti, Joyce Bigio, Celeste Condorelli, Monica De Paoli, Bianca Del Genio, Ada Gigli, Marella Levoni, Gianna Martinengo, Simona Menghini, Alessia Mosca, Federica Nolli, Francesca Padula, Marialuisa Parodi, Angela Silvia Pavesi, Alessandra Perrazzelli, Maria Beatrice Petrina Inzaghi, Giovanna Rossiello, Simona Roveda, Paola Sangiovanni, Angela Scanu Mazzella, Paola Scarpa, Cecilia Sironi, Mariachiara Tallacchini, Annamaria Testa, Francesca Zirnstein, Susanna Zucchelli.
10-lug La forza delle Donne in agricoltura: testimonianze delle eccellenze italiane Nell’ambito della settimana dedicata al progetto “l’altra metà della Terra”, si è tenuto il convegno “la forza delle Donne in agricoltura, testimonianze delle eccellenze italiane”. L’iniziativa è volta a presentare le eccellenze realizzate dalle agricoltrici italiane, tra passato, presente e futuro.
Segnalato nell’ambito del palinsesto degli eventi di Expo Women Global Forum (progetto ideato e coordinato da Gianna Martinengo), promosso da Associazione Donne e Tecnologie.
01-lug Stereotipi di genere e immagini nella comunicazione: una questione ancora aperta La pubblicità riveste un ruolo dominante nella nostra società: costruisce immagini, veicola messaggi, influenza idee. Ancora troppo spesso pubblicità e media tendono adabusare dell’immagine delle donne, svilendone il ruolo e offendendone la dignità. Accanto ai media tradizionali risultano avere un ruolo fondamentale anche le nuove tecnologie che possono perpetuare la persistente rappresentazione stereotipata di uomini e donne e pervadere tutti i livelli della società. I nuovi media sono più difficili da regolamentare per le autorità pubbliche, ad oggi, non c’è sufficiente informazione sul potenziale impatto negativo dei social network e dei nuovi media sulle nuove generazioni.
Insieme alla sensibilità dell’opinione pubblica cresce l’esigenza di porre vere e proprie regole normative al fine di evitare un utilizzo dell’immagine discriminatoria e offensiva.
A tal fine, la Giunta di Palazzo Marino ha approvato il 28 giungo 2013, attraverso la delibera “Indirizzi fondamentali in materia di pubblicità discriminatoria e lesiva della dignità della donna”, le regole per la valutazione dei messaggi da affiggere sugli spazi in carico all’Amministrazione comunale. In questo modo la città di Milano ha rafforzato il proprio impegno affinché i cartelloni pubblicitari siano ispirati sempre ai criteri di rispetto delle Pari Opportunità tra donne e uomini lontano da stereotipi avvilenti per la dignità delle persone.
Tuttavia, oggi, dati e ricerche dimostrano come sia ancora la televisione il principale mezzo d’informazione per il Paese. Di conseguenza, se da una parte è importante porre attenzione sul funzionamento dei nuovi media, dall’altra è opportuno continuare a monitorare come l’immagine della donna venga presentata dai canali televisivi,  divulgandone in modo capillare i risultati e le possibili conseguenze degli stessi.
L’incontro del 1° luglio, al Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”,rappresenta, dunque, l’occasione per riflettere come  i media – tv, internet e i social network – veicolino i messaggi e quale impatto producano.
Organizzato nell’ambito del palinsesto degli eventi di Expo Women Global Forum (progetto ideato e coordinato da Gianna Martinengo), promosso da Associazione Donne e Tecnologie.
01-lug HEALTHY AGEING: “il futuro della longevità” Healthy ageing ovvero “invecchiamento in salute”. L’invecchiamento della popolazione a livello europeo e mondiale pone importanti sfide nell’ambito sociale, culturale, economico e a livello di tutte le aree collegate alla salute. E non c’è forse area correlata più importante di quella alimentare e nutrizionale, tema di EXPO.
Una adeguata alimentazione e buono stato nutrizionale è un prerequisito importante per il mantenimento dello stato di salute in tutte le fasi della vita e diventa ancora più critico e determinante nella fase dell’invecchiamento. Infatti l’alimentazione non solo può essere un elemento chiave nella riduzione dei fattori che predispongono all’invecchiamento, ma anche uno strumento per mitigare gli effetti delle patologie tipiche di questa fase della vita.
Il problema della malnutrizione nell’anziano è una realtà spesso grandemente sottovalutata ed in modo automatico l’intervento elettivo dopo una certa età diventa quello farmacologico. In realtà evidenze scientifiche e non, testimoniano sempre più come attraverso una adeguata alimentazione (sostenibile e accessibile) e un corretto stile di vita si potrebbe avere un effetto ben più significativo in termini di benessere e longevità. Effetto che è amplificato quando supportato da una adeguatainclusione sociale.
Per queste ragioni il comitato di programma di Women&Technologies ha voluto indirizzare uno dei dialoghi tematici proprio verso l’healthy ageing condividendo appieno il tema portante delle “3 g” (genti, generi e generazioni) dell’intero progetto Expo Women Global Forum. Queste 3 parole chiave possono influenzare il processo di invecchiamento in salute e devono essere considerate nello sviluppo di strategie di intervento efficaci.
L’argomento verrà affrontato il 1 luglio attraverso un format che si basa sul talk-show dove esperti e testimoni sul campo nei vari ambiti cercheranno di esporre in modo semplice e soprattutto pratico/diretto e interattivo quello che è il presente e il futuro di questa importante sfida del nostro pianeta e che vede nell’alimentazione e nutrizione oltre che nell’inclusione sociale e nell’innovazione in tutte le aree collegate alla salute e al benessere delle armi vincenti.
Promosso da Associazione Donne e Tecnologie, nata nel 2009 da un’idea di Gianna Martinengo e condivisa da un network di aziende e persone che mettono a disposizione le proprie competenze per realizzarne la missione. Valorizzare il talento femminile nella tecnologia, nell’innovazione e nella ricerca scientifica, promuovere progetti e azioni finalizzate alla lotta agli stereotipi e alla discriminazione di genere, contribuire all’orientamento dei giovani ai mestieri del futuro e verso modelli imprenditoriali sostenibili, sono gli obiettivi della Associazione.
06-mag Chi sono le donne premiate dalla Giuria del Premio internazionale Le Tecnovisionarie® Le donne possono portare benefici in ogni ambito imprenditoriale e di innovazione, grazie alla loro capacità di guardare al futuro, di fare scelte sostenibili sia per il proprio ambito di lavoro, sia per le generazioni successive. E soprattutto per la loro capacità positiva di portare “diversità” in ambiti tradizionali.
Milano, 6 maggio 2015 – Si è svolta oggi, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, la cerimonia di premiazione delle Tecnovisionarie® 2015 alla presenza di rappresentanti del mondo dell’impresa, dell’università, della pubblica amministrazione, di personalità del mondo scientifico e dei media.
Un anno speciale, questo, che vede premiare dalla Giuria del Premio Internazionale “Le Tecnovisionarie®” le donne che hanno mostrato la maggiore capacità di visione sui temi dell’alimentazione e nutrizione, della salute, e della sostenibilità, in coerenza con i temi trattati da Expo Milano 2015.
La cerimonia di premiazione, introdotta da Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e condotta dalla giornalista Laura La Posta, si è tenuta nel suggestivo spazio Polene del Padiglione Aeronavale.
Alle Tecnovisionarie 2015 sarà donata una tela della collezione ANITA’ appositamente creata per il Premio da Carlotta Todeschini. Questa collezione è dedicata alle donne che hanno saputo coniugare “cuore e invenzione” raggiungendo traguardi prestigiosi al servizio degli altri.
Ecco le donne premiate quest’anno, con le motivazioni dei premi:
WomenHealth & EXPO
Claudia Sorlini
Per aver dato un contributo accademico rilevante e per aver coordinato progetti europei e nazionali sulle tematiche dell’ambiente, dell’agricoltura e delle bioenergie. Per il suo impegno nella cooperazione internazionale, con un master e un progetto di ricerca sull’agricoltura in zone aride e la supervisione della Facoltà di Agraria di Makeni (Sierra Leone), che ha contribuito a istituire. È responsabile scientifico di un progetto europeo su Donne e Scienza e presidente del Comitato Scientifico per EXPO del Comune di Milano dal 2012, nonché membro dello Steering Committee of EU Scientific Programme for EXPO 2015 (del Parlamento e Commissione Europea). Per avere dimostrato, in ognuna di queste attività, grande determinazione, intraprendenza, capacità propositiva, e sempre tanta passione.
Consegna il premio Giancarlo Caratti, Deputy Commissioner General for the participation of the European Commission to EXPO 2015
WomenSustainability per l’ambiente
Daniela Aleggiani
Per aver saputo influenzare i comportamenti rispettosi dell’ambiente attraverso la comunicazione.
Il percorso è stato pioneristico, in un’azienda come 3M che ha attivato programmi concreti 40 anni fa: “parlavamo di sostenibilità quando non esisteva ancora la parola”. La sostenibilità necessita di coerenza, costanza e tenuta sulla cultura interna, prima ancora che per l’esterno di un’azienda, solo così la comunicazione ambientale e di responsabilità sociale possono creare valore.
Consegna il premio Elia Tello, Deputy Chief Commissioner USA Pavilion, EXPO 2015
WomenSustainability per il sociale
Carlotta Sami
Per il costante impegno nella diffusione di informazioni corrette e complete sul tema delle migrazioni forzate in Italia e nel mondo. Da più di quindici anni lavora nell’ambito delle relazioni internazionali, dei diritti e degli interventi umanitari. È capo ufficio stampa e portavoce per il Sud Europa dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), e ha dimostrato competenza e professionalità nel condurre il dibattito mediatico sui rifugiati con informazione imparziale, puntuale e accurata, su temi spesso influenzati da convinzioni e convenienze politiche con il rischio di una rappresentazione distorta.
Consegna il premio Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano
WomenSustainability per la cultura
Annamaria Testa
Ideatrice di campagne pubblicitarie “tecnovisionarie ante litteram”, che hanno segnato la storia della comunicazione Annamaria Testa è da anni impegnata in progetti che coniugano sapere e accesso al sapere. Nel 2003 ha reso comprensibile il pronto soccorso pediatrico, con un video (aggiornato nel 2014) che ha salvato numerose vite. Nel 2008 ha messo online Nuovo e Utile, un sito no profit per la diffusione di teorie e pratiche della creatività. Nel febbraio 2015 ha promosso l’iniziativa #dilloinitaliano che mira a ridurre l’uso di termini inglesi nel linguaggio dell’amministrazione, aziendale e pubblicitario. Una donna che ha unito all’innegabile successo personale, un impegno etico e sociale.
Consegna il premio Oscar di Montigny, Chief Marketing, Communication, Innovation Officer, Banca Mediolanum
WomenInnovation
Jessica Astolfi
Per il contributo alla ricerca e all’innovazione e per il costante impegno in progetti di utilità sociale, per il consapevole utilizzo di tecnologie innovative e sostenibili al servizio della persona per migliorare attivamente l’ambiente e la qualità della vita e rispondere alle nuove esigenze delle future smart city. Emblematica la sua “Panchina Intelligente”, un dispositivo smart di seduta integrato con una serie di elementi tecnologici innovativi in grado di garantire comfort, servizi e prestazioni all’utente.
Consegna il premio Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca, Comune di Milano
WomenMedia
Cinzia Sasso
Per l’ambizione e il coraggio di provare a cambiare ciò che non va, attraverso una quotidiana battaglia agli stereotipi. Per l’attenzione rivolta alle donne, al loro racconto e a quello che possono portare nel mondo, a favore di tutti, uomini e donne. Per la sua capacità di comprendere la vita, di dare valore alle relazioni e di tirare fuori dagli altri sempre il meglio. Una donna e giornalista di profonda cultura.
Consegnano il premio le Protagoniste delle sue numerose interviste
WomenTerritory
Loriana Abbruzzetti
Per aver ideato una realtà unica nel settore oleario, Pandolea, un’associazione culturale che si occupa di diffondere la cultura dell’olio extravergine di qualità italiano, particolarmente presso i ragazzi delle scuole, che ricevono formazione sull’educazione alimentare. A oggi ha coinvolto oltre 20.000 bambini/ragazzi, dai più piccoli agli universitari.
Consegna il premio Oscar Farinetti, Fondatore di Eataly
WomenCEO
Tiziana Primori
Oltre ad aver intrapreso molti progetti nel settore dell’agroalimentare, sta contribuendo a realizzare, come amministratore delegato di Eataly World Bologna, il progetto Fico, Fabbrica Italiana Contadina, e gestirà il primo parco tematico dedicato all’eccellenza e alla ricchezza dell’agroalimentare italiano: un luogo dedicato soprattutto ai giovani, per conoscere la biodiversità e la trasformazione del cibo, dalla materia prima, fino alla tavola. Un progetto didattico, formativo, che guarda alla crescita armonica delle persone, della comunità e dell’impresa.
Consegna il premio Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Premio speciale Europe
Catherine Ladousse
Catherine è sempre stata molto impegnata nella promozione delle donne che lavorano, specialmente nel settore high tech, dove lavora da diversi anni. È stata cofondatrice ed è presidente del network francese “Cercle InterElles”, una rete di donne che lavorano in alcune delle principali aziende del settore IT. In Lenovo, ha contribuito alla creazione del programma WILL “Women in Lenovo Leadership” nel 2007, e del Global Executive Program dedicato ad accelerare lo sviluppo di leader tra le donne ad alto potenziale. In particolare, promuove le giovani donne che lavorano per Lenovo in Europa ad accrescere le loro esperienze e doti di leadership, per accelerare i risultati individuali, di team e del business in generale.
Consegna il premio Patrizia Rutigliano, Presidente FERPI e Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Snam
Premio internazionale Expo Women Global Forum
Emma Bonino
Una donna straordinaria, forte, coraggiosa e coerente. Con una totale indipendenza di pensiero, ha difeso ideali di libertà, di giustizia e di uguaglianza ed ha contribuito ad una migliore difesa dei diritti dell’ uomo e della donna in tutto il mondo. Una donna che ha ricoperto con grandissimo successo importanti cariche istituzionali in Italia e all’estero dando un esempio di impegno e di capacità politica, che ne fanno uno dei migliori rappresentanti dell’Italia nel mondo. Una donna senza paura, fedele alle proprie idee. Con il suo coraggio si è coinvolta in prima persona in ogni battaglia affrontando senza cedimenti e con spirito costruttivo disagi, delusioni, difficoltà. Una donna trasparente, sincera che non ha cercato scorciatoie. Onesta nel proprio impegno ha dato valore illuminante alla sua vita e a quella di tante persone. Una donna con grande forza che ha saputo essere sempre se stessa. Una lezione di vita per tutti noi.
Consegna il premio Gianna Martinengo, Presidente di Associazione Donne e Tecnologie e ideatrice di Expo Women Global Forum. Ritira il premio Paola Testori Coggi, già Direttore Generale Salute e Tutela del consumatore della Commissione Europea.
Progetti di innovazione dedicati alle donne
Il premio “Le Tecnovisionarie®” si inserisce nel palinsesto Expo Women Global Forum (www.ewgf.eu), una serie di iniziative collegate a Expo 2015 incentrate su temi inerenti a progetti di innovazione per la collettività promossi da donne, e ideato da Gianna Martinengo come evoluzione di Women&Technologies® 2008-2015 (www.womentech.eu). Sarà presente fuori Expo, in diverse iniziative al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” e all’Acquario Civico di Milano, all’interno di Expo al Padiglione Italia e al Padiglione Europa. Sono 59 le donne premiate dal 2008 al 2015, scelte anche tra importanti personalità del mondo della cultura, della ricerca, dell’impresa e della pubblica amministrazione. La Giuria, composta da Diana Bracco (Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco e Presidente e Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia – EXPO 2015), Deborah Chiodoni (Direttore ufficio stampa, Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Milano), Laura La Posta (Caporedattrice de “Il Sole 24 Ore”, responsabile dell’inserto Rapporti), Gianna Martinengo (Vice Presidente Vicario Fondazione Fiera Milano e Imprenditrice), Patrizia Rutigliano (Presidente Ferpi e Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Snam) e Federica Villa (Dirigente Presidenza e Relazioni Istituzionali Camera di Commercio di Milano), persone qualificate negli ambiti tematici delle diverse categorie di concorso e da esponenti del mondo della cultura e della comunicazione.
Per ulteriori informazioni
www.ewgf.eu
www.womentech.eu
www.donnetecnologie.org
Contatti
info@ewgf.eu – info@donnetecnologie.org
Tel. 02 3051 6019
02-mar “Expo Women Global Forum. EXPO, un’opportunità di crescita educativa per le donne.” Gianna Martinengo, presidente dell’Associazione Donne e Tecnologie, parteciperà all’evento dal titolo: “Expo Women Global Forum. EXPO, un’opportunità di crescita educativa per le donne”, che si svolgerà Lunedì 2 Marzo presso la Sala Conferenze dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo a Milano.
L’evento è parte dell’iniziativa “L’Europa è per le donne”, organizzata dall’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo a Milano, che quest’anno avrà come tema “Empowering women and girls throughout education”, promosso dalla Commissione Donne del Parlamento europeo per il 2015 (Commissione FEMM).
2 Marzo, ore 15:00,
Sala Conferenze – Ufficio di Informazione del Parlamento europeo a Milano, Corso Magenta 59, Milano
25-feb “Ingenio al femminile. Storie di donne che lasciano un segno” Gianna Martinengo, Presidente di Didael KTS e dell’Associazione Donne e Tecnologie, ha partecipato come relatore all’evento “Ingenio al femminile. Storie di donne che lasciano un segno”, organizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e giunto quest’anno alla seconda edizione. Il tema dell’edizione 2015 è “Sostenere il Welfare in rosa”.
Roma, 25 febbraio, ore 9.30,
Sala del Refettorio – Camera dei Deputati, Via del Seminario 76, Roma
05-feb Presentazione “Expo Women Global Forum” Gianna Martinengo, Presidente dell’Associazione Donne e Tecnologie, è intervenuta all’evento di presentazione del progetto Expo Women Global Forum presso la Sala delle Colonne del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, alla presenza di sponsor, istituzioni ed associazioni.
5 Febbraio 2015, Milano

Leave a Comment