Go to the top

Leadership

Un’imprenditrice Donna, uno stile di leadership riconosciuto

Ho uno stile di leadership critico e propositivo, caratterizzato dalla capacità di cambiare l’orizzonte di valori e di motivazioni degli interlocutori mostrando esempi e risultati concreti. Le ragioni che condivido con i miei interlocutori sono fondate sulla mia sincera convinzione che l’investimento in conoscenza sia il vero catalizzatore del successo dell’impresa. E’ un metodo che ripaga. Il rendimento dell’investimento in conoscenza è più alto di quello di ogni altro investimento.

Credo che per capire e governare una realtà in continua evoluzione sia fondamentale integrare competenze, attitudini e capacità generalmente riconosciute come appartenenti al femminile e di conseguenza, a torto, non sempre adottate nei ruoli di comando.

Queste consistono nella capacità di avere una visione di sistema, multidisciplinare, di riconoscere le connessioni fra diversi ambiti, di creare collegamenti tra visione generale ed analisi del particolare. L’analisi di scenario che deriva, si presta in modo naturale ad essere trasformata in decisioni ed atti che anticipano le implicazioni presenti e future e dunque facilitano la loro adeguatezza con la realtà che cambia.

L’empatia è un’altra capacità di cui credo essere dotata.  Essa offre a noi Donne – che in questo spesso differiamo dai colleghi maschi – la capacità di interpretare e cogliere i segnali deboli, di comunicare con le persone, ispirarle e motivarle.

Le relazioni costruite nel tempo con correttezza e rispetto, mi consentono oggi di contare su una straordinaria rete di conoscenze, italiane ed internazionali, per il confronto e la condivisione non solo di progetti ma anche di valori compatibili con il modello di impresa che ho adottato.

Su tutti è la predisposizione all’innovazione, quella che vivo come una grande opportunità per aggregare idee e mettere a fattor comune conoscenza e competenza. E, ancora, la libertà di scegliere quali sono le priorità nella vita professionale e privata.

La virtù a cui tengo maggiormente: la fedeltà ai miei valori, fra cui la mia famiglia.

Numerosi premi e riconoscimenti di alto prestigio hanno “segnato il passo” del mio percorso professionale e personale dal 1995 ad oggi.

Ciò che mi rende felice

  • Essere sorpresa dal sorriso ingenuo dei miei nipoti.
  • Osservare ogni giorno che i miei figli sono migliori di me.
  • Sapere che il mio lavoro ha creato valore.

Leave a Comment